EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Monica Oriol

La donna d'affari più affidabile e determinata.

Su di me


NOME: Monica Oriol

NAZIONE: SPAGNA

CITTA': Madrid

NAZIONALITA': Spagnola

BACKGROUND: Laurea in Economia e Scienze d'Affari

AZIONE/SETTORE: Banca e Finanza, Economia

POSIZIONE: Presidente del Consiglio

ORGANIZZAZIONE: Seguriber

Il mio Background e la mia carriera

Ho conseguito la laurea in Economia e Commercio presso l'Università Complutense di Madrid e un diploma specializzazione in Economia dell'Unione Europea, conseguito presso la London School of Economics di Londra. Sono Presidente Esecutivo del Gruppo Seguriber – Umano, fondata nel 1989 e specializzata sull'offerta di servizi di vigilanza, sicurezza e servizi ausiliari per le persone e la tecnologia avanzata. Do lavoro a circa 6000 persone. Sono anche il presidente di SECOT: un'associazione non-profit dove professionisti di alto livello mettono le loro esperienze e competenze al servizio di imprenditori che vogliono avviare una azienda o la cui azienda versa in difficoltà.

Sono il presidente del Business Circle, un'organizzazione che ha come scopo principale lo studio, la diffusione e la promozione della libera impresa, nel contesto dell'economia di mercato. Sono anche consigliere indipendente di Indra e OHL .

La mia esperienza

Ho dovuto superare problemi economici: gli inizi sono sempre difficili, perché hai molte idee e molte buone intenzioni, ma un capitale limitato per realizzarle. Assumere una buona squadra è costoso e all’inizio non avevamo le risorse economico adeguate per farlo. Ho affrontato anche problemi familiari: ho dovuto dedicare molte ore in ufficio e questo ha limitato il tempo che potevo dedicare alla mia famiglia. Ho dovuto superare anche problemi personali. La dimensione personale è esistita a malapena fino a poco tempo, ossia da quando i miei figli sono diventati più indipendenti. Ho superato anche problemi sociali: il settore della sicurezza è stato da sempre dominato dagli uomini. Ciò mi ha permesso di essere diversa e di essere ascoltata dalla gente.

Le chiavi per il mio successo: il sostegno di mio marito, che mi ha incoraggiata a diventare un’imprenditrice e mi ha sempre aiutata nei momenti di crisi. Ho ricevuto un'educazione aperta, esigente e cosmopolita. Ho vissuto diversi anni all'estero, in un college mi hanno insegnato a convivere con altre culture e a parlare più di una lingua.

Ho una speciale e costante determinazione che mi permette di andare avanti senza esaurire le mie energie. C'è stato sempre un "angelo custode" che mi ha consigliato cosa fare quando non sapevo da che parte andare. Ho avuto molti mentori. La sinergia con altri imprenditori mi consentito di utilizzare i loro consigli e la loro esperienza per risolvere i problemi che stavo affrontando. Gli amici a cui sono più legata mi sono sempre stati vicini. Per il mio lavoro ho tratto ispirazione principalmente dai miei capi e da alcuni amici, in particolare un collega che ora è anche un amico, e anche il  mio co-direttore di Aragona.

 

Le mie abilità

Cerco il mio sviluppo personale attraverso il lavoro, so fare lavoro di squadra, so pianificare e organizzare, risolvere i problemi, ho l'umiltà di chiedere consigli. Sono attiva, aperta, tenace, ottimista, fiduciosa, flessibile,  rapida, sicura di me stessa, organizzata.

Consigli e Suggerimenti

Ho diversi motti a cui mi rifaccio, a seconda delle varie situazioni in cui mi trovo nel corso della mia giornata. Quello che mi piace di più è di William George Ward: "Il pessimista si lamenta del vento, l'ottimista aspetta che cambi e il realista regola le vele". Tutti coloro che hanno attraversato la mia vita o che mi hanno accompagnata fino ad un certo punto della mia carriera mi hanno dato un aiuto, in un modo o nell’altro. Inoltre, io provengo da una famiglia di industriali, dove assumersi rischi e avviare nuovi progetti è una pratica costante. Alle donne che vogliono avviare una loro attività, ricorderei che devono lottare per raggiungere i loro obiettivi, che devono essere costanti,  devono collaborare con altri imprenditori e partecipare a seminari, conferenze, workshop ... al giorno d'oggi, il networking e la cooperazione sono molto importanti. Le donne imprenditrici devono mescolarsi con gli uomini; devono essere inclusive, non escludenti. Non c'è nulla di più appagante del trasformare un'idea in un’azione. E un imprenditore fa esattamente questo. Poi, bisogna spingersi oltre: trasformare una piccola organizzazione in un’azienda, affrontandone i problemi di crescita, la complessa gestione delle risorse umane, coinvolgendole e facendole sentire partecipi. E' anche importante imparare a mettere limiti al proprio lavoro e non perdere contatto con la realtà esterna. La creazione di una società assorbe moltissimo tempo ed energie, talvolta si finisce per isolarsi dal resto del mondo. Il mio motto è: "Il pessimista si lamenta del vento, l'ottimista aspetta che cambi e il realista regola le vele". 

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti