EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Annamaria D'Ascenzo

E' stata la prima dona prefetto in Italia e nel mondo.

Su di me


NOME: Annamaria D'Ascenzo

NAZIONE: Italia

CITTA': Roma

NAZIONALITA': Italiana

BACKGROUND

AZIONE/SETTORE: Politica e governo 

POSIZIONE: Ultima posizione: Capo del dipartimento dei vigili del fuoco

ORGANIZZAZIONE: Consiglio dei ministri

 

Il mio Background e la mia carriera

Sono nata ad Asmara (Eritrea) il 17/07/1949, dove i miei genitori si erano trasferiti appena sposati. Un mese dopo la mia nascita, mio padre è morto. Mio fratello siamo diventati orfani, ma abbiamo avuto la fortuna di avere una madre straordinaria. Siamo tornati in Italia nel 1950. Eravamo davvero molto poveri, ma sono stata in grado ugualmente di studiare, frequentare le scuole superiori e l'Università, con l'esenzione delle tasse scolastiche perché ero un orfana di guerra. Mi sono sposata e un anno dopo mi sono laureata. Ho una bellissima figlia. Ora sono divorziata, ma ho ancora un ottimo rapporto con il mio ex marito.

 

 

La mia esperienza

Nel 2001 sono tornata a lavorare al Ministero degli Interni, come capo del Dipartimento per l'Immigrazione; ci sono rimasta fino al 2006. Ho finito la mia carriera nel 2007 come Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco. Io ero il quarto più importante Prefetto del Ministero, solo tre prefetti avevano una posizione più rilevante della mia: il Capo di Stato Maggiore, il direttore del personale e il capo della polizia.

Quando ho iniziato a lavorare, ho pensato che non potevo lasciare che gli altri mi "calpestassero i piedi" e mi mancassero di rispetto. Così ho lavorato molto duramente, senza distrazioni o senza essere superficiale, evitando di fare errori.

Quando ho iniziato la carriera della Prefettura, c'erano solo uomini nella gestione e una regola non scritta prevaleva: "Le donne non avrebbero dovuto parlare con gli uomini" e quelli del livello più alto della carriera prefettizia non avrebbero parlato con le persone di posizioni più basse. Nel corso del tempo ho lavorato per superare queste regole, ma sempre usando il sorriso e la saggezza.

Ho coordinato il personale con tanto cuore e pazienza infinita. Sono stata molto severa quando era necessario e non ho mai ingannato nessuno con false promesse. Sono stata spesso odiata, ma il tempo mi ha dimostrato che ora, dopo 8 anni di pensione, le persone conservano un buon ricordo di me. Ho potuto gestire gravi emergenze del Paese, anche quando la Protezione Civile non esisteva ancora, grazie alla conoscenza diretta delle persone che ho coordinato. In poche ore dopo gli eventi tragici, come il terremoto dell'Irpinia, sono stata capace di inviare sempre gli ufficiali più capaci nella zona interessata. Dai primissimi momenti ho avuto il solo scopo di salvare la vita delle persone che vi abitavano.

 

 

Le mie abilità

La serietà e la determinazione nello studio; la cultura e la conoscenza raccolte durante la mia vita; l'attenzione e la concentrazione; saper ascoltare e parlare il meno possibile.

 

Consigli e suggerimenti

Cercate di essere il più razionali possibili, evitando il più possibile di fare errori e sforzatevi a superare le sfide solo per il bene di voi stesse e non perché andate alla ricerca dell' approvazione degli altri.

 

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti