EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Lucia Lotti

Lei non ha mai sperimentato gli impegni di lavoro come un peso, anche quando erano complessi e diffcili; ha sempre trasformato le difficoltà in arricchimento.

Su di Me


NOME: Lucia Lotti

NAZIONE: Italia

CITTA': Roma

NATIONALITA':  Italiana

BACKGROUND: Laurea

AZIONE/SETTORE: Legislazione

POSIZIONE: Procuratore Generale a Gela

ORGANIZZAZIONE: 

 

Il mio Background e la mia Carriera

Mi sono laureata in Giurisprudenza nel 1979 presso l’Università di Firenze.
Ho vinto il concorso in Magistratura nel 1981 e nel 1983, all’età di 26 anni, ho assunto le funzioni di giudice, che ho svolto in diverse città. L’inizio non è stato facile, considerando il carico di responsabilità che avevo alla prima esperienza di lavoro. Ma l’entusiasmo e la determinazione hanno agito da carburante.
Nel 1989 ho assunto la funzione di Pubblico Ministero alla Procura di Roma, dove ho operato sino al 2008. Per un periodo sono stata poi distaccata alla Procura di Milano.
Tra il 2000 e il 2008 sono stata designata alla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, dove ho trattato numerose indagini e processi di criminalità organizzata.
Nell’aprile del 2008 sono stata nominata dal Consiglio Superiore della Magistratura Procuratore Capo a Gela, dove lavoro attualmente.

 

La mia Esperienza

Ho un marito e una figlia di 26 anni. La famiglia ha condiviso la mia scelta di cambiare più volte città e funzioni, vedendo in questo l’opportunità di ampliare gli orizzonti e migliorare il proprio profilo professionale e culturale. E’ certamente necessario impiegare forza, coraggio e determinazione per affrontare scenari impervi e sempre nuovi, ma ciò è fondamentale per garantire una presenza forte dell’istituzione e un buon servizio-giustizia per la collettività.
Tutte le esperienze fatte sono state appassionanti e di grande interesse, in particolare gli 8 anni in cui ho trattato la criminalità organizzata a Roma, dove ho avuto modo di ampliare l’area di azione, affrontare profili internazionali, coordinare investigazioni su settori mai trattati in precedenza e con metodi nuovi. Reputo molto importante anche l’esperienza attuale in Sicilia come Capo della Procura della Repubblica di Gela. Si tratta infatti di una realtà difficile e complessa, ma vivace ed evoluta, in cui ho potuto lavorare sull’innovazione tecnologica e organizzativa, sulla elaborazione di strategie mirate per il contrasto agli illeciti, sulla interazione con il territorio, sull’accountability.

 

 

 

Le mie Abilità

Nel mio lavoro è molto importante  l’analisi di dati e fattori, la ricostruzione puntuale delle vicende ed il loro inquadramento.  Nel corso del tempo ho cercato  di affinare metodi e strategie vincenti, mirando ad avere uno sguardo aperto a 360 gradi, allo stesso tempo puntando sull’utilizzo ottimale delle risorse umane e materiali e sulla costante sinergia operativa con colleghi, collaboratori, investigatori, curando inoltre  con continuità la loro formazione.

 

Consigli e Suggerimenti

Acquisire reale autonomia nel vivere il lavoro è imprescindibile.  Mantenere la capacità di articolare, in ogni momento, le proprie valutazioni e scelte è la base per rispettare sé stessi e quindi chi ci è vicino, è il presupposto per poter dare agli altri.  E’ importante non cadere in nessun cliché, sviluppare senso critico e pensare che le energie si moltiplicano quanto più sono utilizzate, non aver mai timore della fatica, tanto più quanto si tratta di agire per il bene collettivo.

 

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti