EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Jerneja Kamnikar

Ha creato la sua società di catering.

Su di me


NOME: Jerneja Kamnikar

NAZIONE: Slovenia

CITTA': Ljubljana

NAZIONALITA': Slovena

BACKGROUND: Master in Turismo

AZIONE/SETTORE: Servizi 

POSIZIONE: Direttore

ORGANIZZAZIONEVivo catering

 

Il mio Background e la mia carriera

Questo autunno “Vivo” festeggia 22 anni di attività. Ho iniziato il mio viaggio nel mondo dell’imprenditorialità quando ero ancora una studentessa universitaria. Ho creato una società che organizza e realizza eventi. I ricordi degli inizi della “Vivo Catering” sono ancora molto vivi e provo gioia nel riportarli alla memoria. “Vivo” è una sorta di casa comune per tutti coloro con cui ho lavorato fin dall'inizio.

“Vivo” è stata creata per rispondere alle esigenze di un servizio di ristorazione per eventi formali; a quel tempo non esistevano servizi di questo tipo. Era il momento in cui la Slovenia era diventata indipendente, Lubiana ne è diventata la capitale e di conseguenza si è trovata a esprimere nuove esigenze di mercato.

“Vivo” è nata così. Per offrire una ristorazione di livello agli ospiti più esigenti. “Vivo” ancora oggi sta proseguendo il suo sviluppo e si sta sempre più connotando come un servizio destinato alle aree urbane. Abbiamo aperto nuove sedi, dove serviamo cibi 'to go' ai nostri clienti. Operiamo sul mercato internazionale, con una vasta gamma di servizi (dai pic-nic ai matrimoni, dal servizio di mensa alla ristorazione per eventi formali). Oggi siamo annoverati tra le aziende più importanti dell'Europa sudorientale. Noi creiamo nuove direzioni di sviluppo imprenditoriale. Ho iniziato a lavorare nell’ attività dei servizio in modo più intuitivo che strategico. Mi sono laureata in Turismo presso L’università di Primorska, dove successivamente ho conseguito un master.

 

La mia esperienza

Ho iniziato la mia azienda quando ero ancora una studentessa; non sapevo molto delle difficoltà che avrei potuto incontrare. Non ho incontrato ostacoli nella mia attività. Un detto cinesi dice: “Non ti preoccupare in anticipo; se un problema è irrisolvibile, non si sarà nulla da fare; se è risolvibile, sarà possibile trovare una soluzione”. In ogni caso, è inutile preoccuparsi per gli eventuali problemi, fino a quando non compaiono. Quando arriveranno, si affronteranno.La mia strada è stata segnata da due donne. La prima è mia madre; lei era una direttrice di una scuola alberghiera oltre a dirigere istituzioni culturali. Suppongo di essere stata influenzata dall’ incontro tra la cultura e la cucina vissuto attraverso i banchetti raffinati a cui abbiamo partecipato. Queste esperienze successivamente mi hanno dato vantaggio competitivo. Sapevo che esistevano esigenze inespresse, in particolare che non esistevano servizi di ristorazione destinati a eventi culturali o a momenti più formali. L'altra donna che ha determinato il mio percorso professionale è stata la nostra amica di famiglia Olga Novak. Lei era a capo del protocollo per Josip Broz Tito. Quando avevo venti anni ho seguito il suo lavoro e ho compreso quanto fosse considerato importante per Broz. Ben presto mi sono resa conto che la signora Olga possedeva competenze molto specifiche. Grazie a lei ho imparato molto, perché quando ero ragazza ho avuto l possibilità di partecipare informalmente a tutti i banchetti più importanti, sia in patria sia all'estero. Si aspettavano che avrei lavorato nel settore sanitario, ma sono finita nell’imprenditorialità.

 

 

Le mie abilità

Il mio asset più importante è l'ambiente in cui sono cresciuta. Era molto esigente sotto il profilo sia morale sia etico. Di recente in un'intervista mia madre ha ricordato che ero sempre pronta a lavorare duro per raggiungere i miei obiettivi. Per me era un dato scontato comportarmi  così; sono stata educata a lavorare in questo modo.

Quando parlo ai miei studenti, pochi di loro capiscono che è necessario lavorare sodo per raggiungere dei risultati. Tuttavia, bisogna anche avere un po’ di fortuna per riuscire negli affari. Il successo della mia azienda risiede soprattutto nei suoi partner commerciali e nei nostri fedeli collaboratori. Per costruire questa situazione si deve rispettare se stessi e il proprio ambiente, inoltre bisogna essere onesti. E' anche necessario comprendere le nuove tendenze, cercare nuove strade, essere sempre pronti a imparare, mantenere viva la propria curiosità; io leggo tutte le sere, prima di addormentarmi. Soprattutto, dobbiamo essere consapevoli del fatto che non si può conoscere tutto; non si può pensare di essere la persona più intelligente di tutti: dietro il successo c’è sempre un team di persone che lavora bene assieme.

Consigli e Suggerimenti

Il mio consiglio a tutte le generazioni future è: “Ascoltate voi stessi, siate disposti a lavorare duro e a vivere veramente il vostro lavoro, a formare con questo un tutto unico, non vivetelo solo a metà”.

Faccio meditazione trascendentale da quando avevo 13 anni; a quell’età ho conosciuto la letteratura di Chopra, da cui ho tratto un pensiero che ho appeso sopra la mia scrivania: “Ciò che tu sei è ciò che crea la tua realtà; Tu sei ciò che dai”. Questo è il mio motto.

I risultati e i successi nascono da ciò che si semina, e in questo modo si raggiunge la nostra meta: ciò che si dà, si ottiene indietro. Questo potrebbe essere il motto per tutte le azioni che intraprendiamo ed è adatto per ogni età. Sopratutto, è necessario prestare attenzione alla realtà che si crea dentro di noi; le persone che ci circondano sono un riflesso di noi stessi. Esistono differenze significative tra l'imprenditorialità maschile e  quella femminile. Gli uomini sono più razionali, vivono con meno tensione la cura dei dettagli e l'ambiente esterno, e sono quindi molto adatti per lavorare nel settore bancario e finanziario, sui progetti in cui le regole del gioco sono già note.

Le donne sono più adatte per le attività di servizio. Ciascuno dovrebbe scegliere il lavoro per cui è più portato. Io non riesco a immaginarmi lavorare in un ambiente chiuso, in ufficio o in un grande ambiente aziendale. Tuttavia, il carattere è un fattore più decisivo del sesso di appartenenza. Non conosco un uomo di successo senza una donna forte al suo fianco.

 

 

 

Altro in questa categoria: « Maja Debevc Sonja Šmuc »

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti