EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Petra Melanšek

E’ stata premiata dalla Camera di Commercio Slovena per i suoi straordinarie successi commerciali e imprenditoriali

Su di me


NOME: Petra Melanšek

NAZIONE: Slovenia

CITTA': Žalec

NAZIONALITA': Slovena

BACKGROUND: istruzione Superiore

AZIONE/SETTORE: Industria

POSIZIONE: CEO

ORGANIZZAZIONEVivapen d.o.o

 

Il mio Background e la mia carriera

Io lavoro in una delle società VivaPen d.o.o. come Direttore Generale e Responsabile delle Vendite. E’ un'azienda a conduzione familiare, fondata nel 1967 da mio padre. Era un negozio di prodotti artigianali dove ho iniziato a lavorare 23 anni fa e dove tuttora lavoro.

Fin da bambina, sapevo che la nostra azienda non rappresentava solo una forma di  lavoro e l'occupazione dei miei genitori, ma piuttosto era  il nostro modo di vivere. Quando ero una studentessa liceale, lavoravo durante le vacanze estive, soprattutto nelle aziende del settore manifatturiero. Più tardi ho iniziato a lavorare come addetta alle vendite e agli acquisti. Ho superato l'esame e conseguito il certificato di esportatore autorizzato, così sono diventata  responsabile per la mia azienda di tutte le procedure doganali e della logistica. Nel 2007 ho assunto la gestione della società e successivamente diventata comproprietaria della società. Mio padre e io siamo rimasti gli unici ad occuparsi ancora delle vendite e non solo della gestione dell’azienda. Sono orgogliosa dei miei genitori, dei miei colleghi e dei nostri successi. Soprattutto, però, io sono orgogliosa di mio figlio Luka, che è ciò che dà senso alla mia vita. Sono molto orgogliosa di essere l’unica slovena, oltre a mio padre, ad essere stata premiata dalla Camera di Commercio slovena per i nostri successi commerciali ed imprenditoriali, ossia per la gestione dell'impresa familaire VivaPen. Mio padre Jože Melanšek ha ricevuto questo prestigioso premio nel 1993, io l’ho ricevuto 19 anni dopo.

 

La mia esperienza

Ascolto e aiuto gli altri. Questo è forse un ostacolo importante per lo sviluppo di un percorso professionale, ma preferisco considerarlo come un vantaggio. Per quanto mi riguarda, direi che non mi  interessa avere una carriera professionale. Faccio questo lavoro perché mi piace, non per raggiungere degli obiettivi impegnativi. Fin dal primo giorno mio padre è stato il mio mentore, il mio modello, la prima autorità, il mio capo e il mio critico. Lui è stato il mio maestro e mi ha introdotto lentamente e inconsapevolmente nell’imprenditorialità: il mio primo lavoro era stato pensato solo come un’attività transitoria. Anche mia madre è sempre stata impegnata nella gestione della nostra azienda; da lei ho ricevuto sostegno soprattutto in termini di conforto nei momenti difficili. Ancora oggi i miei genitori mi aiutano moltissimo. Non esistono confini netti tra la vita privata e quella aziendale. Lavorare è il nostro modo di vivere; ho fatto parte del VivaPen fin dalla nascita, per me l’azienda è come un figlio mio. Non c'è un pranzo della domenica in cui non si parli dell’azienda. Non ci scrolliamo di dosso le nostre preoccupazioni quando chiudiamo gli uffici e la nostra giornata lavorativa non finisce dopo 8 ore. Ho a cuore tutti i nostri 84 dipendenti e le loro famiglie. È indispensabile mantenere una cultura imprenditoriale di livello alto. Fattori critici di successo sono: la nostra innovatività, un rapporto personale e di lunga data personale con i nostri partner e una buona reputazione. I nostri clienti sono attratti dalla nostra onestà, dal nostro l'atteggiamento verso il lavoro, dalla nostra qualità, dalla nostra flessibilità e dalla capacità di innovare.

 

 

Le mie abilità

Avere successo richiede un team di persone che si dedicano all’azienda, che si mettono assieme e si impegnano per superare i momenti difficili. L’imprenditoria è uno sport di squadra. Solo un cliente soddisfatto ritorna.

Cerco di stabilire rapporti di collaborazione stabile in tutti i settori della mia azienda: con i colleghi, i clienti, i fornitori e i subappaltatori. E' molto importante aiutarsi reciprocamente, lavorare insieme, imparare gli uni dagli altri. E’ sviluppare processi comunicativi efficaci,  di conseguenza le informazioni trasmesse devono essere corretta e aggiornata. Il nostro lavoro si basa sullo sviluppo di idee e di oggetti di design; non saremmo in grado di lavorare in modo produttivo se non ci fosse collaborazione tra i reparti e tra i colleghi.

Facciamo spesso ruotare i dipendenti tra le varie posizioni di lavoro, in modo da imparino a conoscere e apprezzare il lavoro dei colleghi degli altri reparti. Un nostro ulteriore vantaggio competitivo è la flessibilità. Per me ricoprono sempre un ruolo importante la formazione, l'addestramento professionale, il miglioramento dei processi  comunicativi, la consapevolezza di quanto  è importante lavorare bene, il processo decisionale e la responsabilità. Formazione, innovazione, creatività e sviluppo sono fattori fondamentali per il futuro della nostra azienda. Un buon leader deve amare innanzitutto il suo lavoro; deve essere un buon comunicatore; deve essere una fonte di ispirazione e un motivatore, assertivo e persuasivo e, soprattutto, una persona che sa fare lavoro di squadra. Anche la capacità di essere tolleranti e pazienti è utile, ma di solito queste doti sono presenti in chi è già socievole di carattere. Un buon leader deve essere una persona che lavora dando fiducia rispetto; inoltre deve credere in ciò che chiede agli altri e viverlo in prima persona.

 

Consigli e Suggerimenti

E' necessario costruire su fondamenta solide, per costruire in altezza e raggiungere il cielo. Siate sempre oneste. Fate sempre in modo di non pentirvi di nulla, di non chiudere le porte, e non preoccupatevi di chi o di che cosa c’è dietro l’angolo. Non tradite i vostri principi morali e fate in modo di avere sempre la coscienza pulita. E' necessario ascoltare chi ci offre critiche costruttive, così come  è necessario ascoltare i vostri clienti e il mercato, e anche il vostro cuore.

La nostra azienda non può funzionare solo su progetti a breve termine. Noi preferiamo lavorare su progetti piccoli che speriamo possano avere una vita lunga, piuttosto che buttarci su progetti impegnativi per seguire la moda del momento. Un prodotto o servizio si dimostra di essere  buono solo quando il cliente si fidelizza. Io credo che sia necessario amare quello che si sta facendo e personalizzare le attività che si svolgono. L'imprenditorialità non è solo gestire numeri, ma è anche un modo di vivere. Anche noi facciamo errori, ma cerchiamo di non ripeterli, e li trasformano in insegnamenti. Gli errori sono solo un momento intermedio sulla strada verso il successo. Il successo è dato dall'altezza che riuscite a raggiungere quando vi rialzate da terra. E' vero che la felicità segue gli audaci, ma essere coraggiosi è differente dall’essere sfrontati.

Si dice che la vita è uno specchio. Se si ride, ci restituisce il sorriso. Ciò che si dà, ci torna indietro. Io credo che il bene che facciamo, presto o tardi, ci ritorni indietro. Sono ottimista. Cerco di affrontare ogni evento negativo, cercando di capire ciò che mi può offrire di positivo. Amo le parole dell'autore del Pavček: "Nessuna strada è sbagliata, nessuna strada è inadeguata, ma ogni strada è impegnativa e solo la tua è quella che conta".

 

 

 

Altro in questa categoria: « Brigita Pirc Vesna Vodopivec »

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti