EnglishΕλληνικάΕspañolčeštinaDeutschItalianoNederlandsSlovenščina

Alenka Bratušek

Primo presidente donna del governo della Repubblica di Slovenia

Su di me


NOME: Alenka Bratušek

NAZIONE: Slovenia

CITTA': Kranj

NAZIONALITA': Slovena

BACKGROUND: Laurea in management

AZIONE/SETTORE: Politica

POSIZIONE: Vice all'assemblea nazionale 

ORGANIZZAZIONENational Assembly of Republic of Slovenia

 

Il mio Background e la mia carriera

Nelle ultime anticipate per la seconda volta sono stata eletta deputato all'Assemblea Nazionale; è una carica che svolgo con grande piacere. I deputati mi hanno eletto Presidente del Governo Esecutivo nel mese di febbraio del 2013; sono così diventata la prima donna nella storia della Slovenia indipendente, ad aver occupato la posizione più alta nel Governo del mio paese. Nel 2011 ero stata eletta membro dell'Assemblea Nazionale; precedentemente, a partire dal 1999, avevo lavorato presso il Ministero delle finanze. Dal 2004 ho guidato la Direzione del Bilancio dello stesso Ministero. Ho iniziato la mia carriera in una piccola azienda tessile, poco dopo il completamento degli studi. In seguito il mio percorso professionale mi ha portato nella pubblica amministrazione, a cui ancora oggi sono molto legata. I miei studi: nel 1994 mi sono laureata presso la Facoltà di Scienze Naturali e della Tecnologia presso l’università di Lubiana e nel 2006 ho completato un Master in Management presso la Facoltà di Scienze Sociali a Lubiana.

 

La mia esperienza

La politica è un gioco da uomini, in questo supera di  poco il mondo dell’economia. Di conseguenza, le donne in politica devono affrontare maggiori ostacoli. Nel mio caso, tutti parlavano sopratutto della lunghezza delle mie gonne; i media  parlavano quotidianamente dei modelli dei miei vestiti, delle scarpe che indossavo, e della mia conoscenza della lingua inglese. Ma io non ero una modella e non ero una professoressa di inglese, ma una politica. Per questo motivo a volte non  mi sorprendente constatare che ci siano così poche donne siano in politica. E' importante non preoccuparsi mai di voci e commenti e pettegolezzi malevoli. La mia famiglia  mi ha sostenuto molto e ho dedicato loro tutto il mio tempo libero. Per fortuna, quando sono diventata primo ministro, i bambini erano già abbastanza grandi che hanno capito il motivo per cui ho spendevo così tanto tempo al lavoro.

Inoltre, cercavo di trascorrere almeno un paio di giorni a settimana con loro. Oggi, sono io che  sto affrontando la lontananza da casa dei miei figli. Mio figlio è un giocatore di calcio che lavora all’estero, e mia figlia è una studentessa universitaria che passa sempre meno tempo a casa. Sono convinta che sarebbe stato molto più difficile svolgere i miei compiti senza il sostegno della mia famiglia. E' molto difficile venire a patti con il fatto che l'atteggiamento nei confronti delle donne in politica è fondamentalmente diverso da quello riservato agli uomini. I media mi hanno chiesto innumerevoli volte: "Come riesce ad abbinare i suoi impegni politici con quelli familiari?” Avete mai sentito porre la stessa domanda ai colleghi uomini? Mai o raramente.

 

 

Le mie abilità

Credo che le donne abbiano una diversa visione del mondo. Soprattutto, siamo più propense e capaci di raggiungere compromessi; a volte questo manca nei nostri colleghi uomini. Credo che sarebbe bene che ci fossero più donne in politica, anche e soprattutto in posizioni di vertice. Posso affermare con certezza che le mie competenze in materia di finanza pubblica, acquisite presso il Ministero delle Finanze, si sono rivelate sono molto utili nel lavoro politico. Come ho già detto, credo che noi donne abbiamo una visione diversa dei problemi e un modo diverso di affrontarli.

 

Consigli e Suggerimenti

Il mio motto è “Nulla è impossibile”. Noi donne dobbiamo renderci conto che non siamo meno capaci dei nostri colleghi maschi. Siamo probabilmente molto più caute prima  assumere una funzione o una posizione di rilievo e di responsabilità. Non è giusto pretendere privilegi solo perché siamo donne; anzi, questa pretesa è spesso un ostacolo nel nostro cammino. Tutto può succedere se c’è volontà e sostegno. Non dobbiamo mai dubitare di noi stesse, se vogliamo conquistare un obiettivo importante. Vivremo anche degli insuccessi sulla nostra strada; non sarà facile, ma è importante farsi forza e ripartire con più forza di prima. E' difficile e può sembrare troppo impegnativo, ma è necessario andare avanti e credere in noi stesse. Le donne sono quelle che cambieranno il mondo, per il meglio!

 

 

 

  • Default
  • Title
  • Random
load more hold SHIFT key to load all load all

Per accettare o rifiutare i cookies su questo sito, clicca su uno dei link seguenti